10.11.2017

La maggioranza di centro respinge le illazioni sostenute nell’articolo pubblicato da Libertà il 9 novembre «A “Spazio 4” un bonus di 4mila euro dopo la minacciata chiusura» che cerca di sminuire l’attività politica del sindaco Barbieri e della sua maggioranza, creando addirittura ambiguità inesistenti.

I fondi regionali sono relativi ad un programma presentato prima dell’insediamento della nuova maggioranza di centro-destra, precisamente nello scorso mese di giugno. Fondi dunque richiesti in coda alla precedente amministrazione.

La giunta Barbieri, alla fine dello scorso settembre, ha preso atto dello stanziamento regionale di circa 70.000 euro reso a favore di un progetto di sicurezza generale, che ha tuttavia accettato per non perdere un opportunità che avrebbe portato un minimo di risorse in un bilancio pesantissimo ereditato dalla giunta Dosi.

La decisione di aggiungere altri 4000 euro all’attuale gestione di Spazio 4, che sicuramente cesserà di esistere, non sono fondi deliberati dalla amministrazione Barbieri, ma dal funzionario comunale a cui sta particolarmente a cuore il predetto centro di aggregazione giovanile. Non una decisione politica, bensì una scelta posta in essere da un dipendente comunale.

Cogliamo l’occasione per confermare le nostre intenzioni politiche  e rimaniamo in attesa del 31 dicembre, data che stabilirà la fine naturale di Spazio 4.

Antonio Levoni.