09.04.2018

Affitti, gettito record con la cedolare secca
Grazie alle mini aliquote evasione azzerata. Ecco la prova la flat tax è sostenibile
Da quando è stata adottata la cedolare secca sugli affitti abitativi l’evasione tributaria (tax gap) è diminuita del 42% e la propensione all’inadempimento si è ridotta del 40%. Tra il 2010 e il 2015 il tax gap è passato da 2,3 a 1,3 miliardi di euro.

Rispetto al 2015 il gettito cedolare è aumentato ancora e non è difficile arrivare alla conclusione che l’evasione tra chi ha diritto all’aliquota agevolata  (persone fisiche proprietari di immobili abitativo in locazione) sia praticamente azzerata.

Un favore ai ricchi secondo la vulgata. Nemmeno questo è vero, visto che il fisco ha diffuso anche i dati sul reddito dei proprietari che affittano un immobile abitativo con le agevolazioni. La metà rientra nella fascia tra i 20 e i 50 mila euro di reddito l’anno. I redditi superiori a 75 mila euro rappresentano solo il 10% dei contribuenti.

 

Antonio Signorini. il Giornale.it del 07.04.2018